ISTITUTO PASTEUR

CICLO DI COLTIVAZIONE E RETENTION

RICHIESTA

L’Istituto Pasteur Italia ci ha commissionato lo sviluppo di un ciclo di comunicazione per migliorare la retention dei propri donatori acquisiti e “coltivare” tutti i donatori attivi. L’Organizzazione non aveva mai lavorato ad un piano strategico strutturato e questo ha portat alla necessità di comunicare in maniera più efficace ai propri sostenitori.

SOLUZIONE

Dopo aver studiato un piano di comunicazione integrato abbiamo individuato un keyconcept guida di tutti i materiali: il sostenitore entra a far parte del team di ricerca e il suo impegno è metaforicamente trattato come un esperimento scientifico composto da vari step. Il primo invio cartaceo, il welcome pack, contiene infatti una piccola cartella che descrive tutte le fasi dell’esperimento, per introdurre al neo donatore il percorso da portare avanti insieme all’Organizzazione.

Nei mailing successivi il donatore riceverà degli sticker relativi alle fasi successive. Ogni sticker contiene il frammento di una formula. Il sostenitore dovrà utilizzare il gadget ricevuto nel welcome pack, un segnalibro lenticolare, per decifrarla. Al termine del percorso, inviando all’Istituto la sequenza numerica completa, il donatore riceverà un premium element come testimonianza del proprio impegno a favore della ricerca.

DIRECT MAILING SUCCESSIVI

Gli invii seguenti mantengono un format coerente sia a livello visivo che contenutistico, con headline che puntano su giochi di parole con il mondo scientifico mantenendo un tono colloquiale. Gli sticker allegati contengono varie porzioni della formula e al contempo costituiscono un obiettivo raggiunto per il donatore. Insieme ai pack viene inviata la rivista dell’Istituto Pasteur, “Fermenti”, della quale abbiamo curato il restyling e l’elaborazione dei contenuti.

PACK 5×1000

Il ciclo di coltivazione si compone anche di invii di prodotto, delle piccole campagne indipendenti come nel caso del 5×1000. Il tono è più emergenziale e punta sulla necessità imminente di un intervento del sostenitore. Ogni pack prevede un gadget utile al donatore per ricordare, nei mesi successivi, il codice fiscale da inserire nella dichiarazione dei redditi: un porta post it simbolo della propria promessa di attivazione.

SOCIAL MEDIA

Abbiamo lavorato anche alla comunicazione online, studiando un piano editoriale per migliorare e regolarizzare la presenza dell’Istituto Pasteur sui social. Abbiamo sviluppato alcuni appuntamenti editoriali composti da singole rubriche, lavorando al copywriting dei post e supportandoli con un format grafico fortemente identificativo. Tali rubriche hanno come target principale i potenziali donatori: prevedono curiosità sul mondo scientifico, testimonianze di giovani ricercatori, storie di beneficiari che credono nella ricerca come soluzione alle proprie malattie.